La prevenzione ha l’obiettivo di agire sui fattori che possono portare a comportamenti a rischio, suscettibili di trasformarsi nel tempo e sotto l’influsso di predisposizioni individuali e di meccanismi sociali, in una forma di dipendenza. Suo compito è quindi quello di influire sulle possibili cause ambientali, culturali, personali, comportamentali.

La prevenzione è un impegno a lunga scadenza e va messa in atto laddove si vive:nella famiglia, nella scuola, sul posto di lavoro, nel tempo libero. Essa deve agire sull’ambiente sociale e fisico come pure direttamente sull’individuo. È soprattutto azione sociale sulla normalità (prevenzione primaria) e, in un secondo tempo, sulle situazioni a rischio in cui si trovano talune persone che vanno individuate e sostenute attraverso programmi e attività specifiche (prevenzione secondaria).

 

Prevenzione in azienda

Gli obiettivi di prevenzione sui luoghi di lavoro possono essere:

  • informazione e sensibilizzazione generale sui rischi legati al consumo di alcol e di altre sostanze (salute, circolazione stradale, contesto sociale)
  • miglioramento della sicurezza sul posto di lavoro
  • depistaggio precoce dei problemi e orientamento verso i servizi di cura.

 

Prevenzione all’uso di sostanze psico attive

Il legislatore ha riconosciuto i rischi per la sicurezza sul lavoro rappresentati dal consumo di alcol o di altre sostanze psico attive. Esiste pertanto una base legale che regolamenta questi aspetti e che obbliga il datore di lavoro a prendere dei provvedimenti.